Registri vinicoli dematerializzati

2016 5 dicembre

Registri vinicoli dematerializzati




Si avvicina la data di entrata in vigore dell’obbligo (1 gennaio 2017).


 


Ad oggi tutto lascia pensare che il Ministero non prenda in considerazione la possibilità di concedere una ulteriore proroga.


In questi mesi almeno è stata fatta una certa chiarezza sulle incombenze iniziali per le aziende ovvero che TUTTI devono richiedere le credenziali di accesso al sistema.


Poi a seconda del metodo scelto per inserire i movimenti nel sistema le casistiche possibili sono tre:


-         L’azienda lavora direttamente nel sistema SIAN (tipo home-banking): bastano le prime credenziali. Questo metodo però è funzionale solo ad aziende piccole con pochissimi movimenti annuali.


-         L’azienda si affida ad una azienda specializzata: sarà quest’ultima ricevuto il mandato a pensare a tutti gli adempimenti.


-         L’azienda possiede un proprio programma informatico ovvero si avvale di un consulente che dispone a sua volta del programma operativo opportuno: è necessaria la richiesta al SIAN di una ulteriore posizione (utenza e password) per l’invio dei dati in modalità cosiddetta “web-service”. Risulta che sarà possibile anche una gestione mista: l’azienda effettua gli invii della commercializzazione/imbottigliamento, durante tutto l’anno, ed il consulente, durante il periodo vendemmiale, provvederà all’invio dei dati relativi alla vinificazione.


Sollecitiamo quindi, viste anche le prossime festività, ad informarsi quanto prima e ad uniformarsi alle disposizioni di legge.


La ditta Brava è a disposizione per affiancare i clienti nei vari adempimenti e provvedere alle opportune iscrizioni.


CONSULTATECI


 NEWSLETTER


Iscriviti
Cancellati
Accetto quanto indicato nella sezione "PRIVACY POLICY"